Bjarni Ólafur Eiríksson, classe 1982, difensore centrale, mancino, è una bandiera del Valur ed un’istituzione del calcio islandese. Nell’incontro di domenica perso 2-1 dal Valur contro lo Stjarnan, Bjarni ha festeggiato la sua quattrocentesima presenza in un match di campionato. Sebbene per il suo club sia un momento complicato, i media islandesi hanno dato molto risalto a questo prestigioso traguardo.

Bjarni Ólafur Eiríksson alza la Coppa di Lega vinta nel 2018 (mbl.is)

Bjarni conta 272 presenze in Islanda, tutte con il Valur, di cui 233 in massima serie e 39 in seconda serie. Altre 41 le ha conquistate in Danimarca e 87 in Norvegia, tutte raccolte nei rispettivi massimi campionati.

Club, nazionale e titoli di Bjarni Ólafur Eiríksson

28 luglio del 2000, stadio Hlíðarendi di Reykjavik, 65′ minuto. Entra Bjarni Ólafur Eiríksson, esce Brian Welch… che non è il chitarrista dei Korn, ma una meteora scozzese transitata dal Valur quell’anno. E’ un Valur – Tindastóll di 1.deild (seconda serie) terminato 5-0. In campo spara le sue ultime cartucce un certo Arnór Guðjohnsen. E’ la prima partita ufficiale giocata da Bjarni.

Bjarni Ólafur Eiríksson con la Coppa d’Islanda vinta nel 2015 (facebook.com)

Ne seguiranno molte altre. Dalla stagione successiva diventa titolare inamovibile. Nell’autunno 2005 si trasferisce in Danimarca, al Silkeborg, da cui ritorna nell’estate 2007.

Nel marzo 2010 viene ingaggiato dai norvegesi dello Stabæk, dove gioca per tre stagioni. Il 22 febbraio 2013 ritorna definitivamente al Valur.

Vanta 21 presenze con la nazionale: esordio nell’agosto 2005 in Islanda-Sud Africa 4-1, ultima presenza in Cipro-Islanda 1-0 del settembre 2012.

Nella bacheca di Bjarni ci sono 3 scudetti (2007, 2017, 2018), 2 coppe nazionali (2015, 2016) e 1 coppa di lega (2018). Sono tutte addobbate con i nastrini rossoazzurri del Valur.

Bjarni ed i record islandesi

Bjarni Ólafur Eiríksson è il ventiquattresimo calciatore islandese a raggiungere le 400 partite in campionato da professionista. In vetta alla classifica c’è nonno Arnór Guðjohnsen con 523 partite. Fra i giocatori in attività, il migliore è il difensore della nazionale Kári Árnason con 436 partite.

Va precisato però che Bjarni, rispetto a molti giocatori che gli stanno davanti, ha disputato la maggior parte della sua carriera in Islanda. Fino al 2007 i campionati islandesi duravano 18 partite, diventate poi 22 dall’anno successivo. Chi ha giocato all’estero solitamente ha potuto contare su di un numero superiore di partite a stagione.

Bjarni Ólafur Eiríksson con la maglia della nazionale islandese (visir.is)

A Bjarni mancano 8 partite per raggiungere il suo ex compagno Sigurbjörn Örn Hreiðarsson, centrocampista che ha giocato nel Valur dal 1992 al 2011. Con 240 presenze è il recordman di incontri disputati con la maglia del Valur in massima serie.

Sarebbe un traguardo storico e sudato. Al termine dello scorso campionato Bjarni aveva dato per certo il suo addio al calcio, salvo cedere al pressing del suo allenatore Ólafur Jóhannesson durante la pausa invernale. Adesso non gli resta che stringere i denti. Oltre al record, c’è da salvare la stagione del Valur!