Questa due giorni di qualificazione ad Euro 2020 per le Fær Øer ha portato due sconfitte pesanti nel punteggio, ma arrivate in modo diverso l’una dall’altra. Purtroppo oltre a due sconfitte sonore, perché arrivate con tanti gol di scarto, i ragazzi di Olsen non hanno molto da rimproverarsi.

Tifosi faroesi e svedesi si caricano (in tutti i sensi) per la partita delle Fær Øer nelle qualificazioni ad Euro2020 ((www.facebook.com/FSF-The-Faroe-Islands-Football-Association-226199297443531)

Fær Øer-Svezia 0-4

La partita contro la Svezia si è giocata il 5 a Tórsvøllur in un clima tipicamente islandese, tanta pioggia e vento molto forte. Purtroppo l’approccio è stato dei peggiori già al 12′ gli ospiti sono avanti con un colpo di testa di Isak che non viene marcato da Baldvinsson. Dopo 3′ minuti ancora il classe 99′ che riceve da Larsson dopo una costruzione errata dei faroesi, Isak controlla bene con l’esterno e batte Nielsen con un destro deviato sul primo palo. Buon momento per gli ospiti che trovano il terzo gol al 23′ con Victor Lindelöf che riceve in area sul secondo palo e batte Nielsen di potenza.

La corsia destra della Svezia è ingiocabile per le Fær Øer. Nella ripresa arriva il colpo del ko con Quaison, l’ex Palermo conclude sul secondo palo un destro chirurgico. Successivamente i ritmi rallentano, gli ospiti gestiscono ma sfiorano il quinto gol con Granqvist negato da un salvataggio sulla linea di Gregersen. L’unica occasione dei padroni di casa è una bella azione tra Frederiksberg e Hansson che manda in porta Edmundsson il quale crossa in area per Vatnhamar che però arriva lungo sul suggerimento e manda fuori.

Spagna-Fær Øer 4-0

Se contro la Svezia era difficile, contro la Roja sembra un’impresa impossibile eppure i ragazzi di Olsen stanno meglio in campo e, nonostante tocchino la palla con il contagocce, sono poche le occasioni vere che concedono alla Spagna. Di nuovo al 15′ arriva il gol, con Rodrigo che approfitta di una mischia e riceve il più facile dei tap-in da Oyarzabal. Reagiscono però gli ospiti con un tiro potente ma velleitario di Bjartalíð facile per De Gea.

Nella ripresa arriva il raddoppio di Rodrigo, lanciato in velocità rientra sul sinistro e grazie ad una deviazione bette ancora Nielsen. Però ancora Bjartalíð suona la carica con una grande occasione, involandosi in 1vs1 con De Gea avrebbe il pallone del 1-2 ma tira addosso al n.1 dello United. Nel finale vengono meno le energie e l’ingresso di Alcacer fa registrare prima il 3-0 con una zampata da bomber d’area su assist di Thiago, e poi il 4 di testa all’ultimo minuto. Come detto però sono partite che devono far crescere i ragazzi faroesi che hanno dato tutto tenendo testa per un’ora ad una delle formazioni più forti del mondo.

La situazione nel Gruppo F

Tutte le sei squadre hanno disputato 6 partite. La Spagna viaggia a punteggio pieno con 18 punti. Seguono Svezia a 11, Romania a 10 e Norvegia a 9. In fondo troviamo Malta a 3 punti e le Fær Øer mestamente a zero.

Dato per scontato il primo posto degli iberici, le tre inseguitrici si giocheranno l’ultimo posto utile per Euro2020. Essendo potenzialmente decisiva la differenza reti, la nazionale dell’arcipelago si troverà ad affrontare avversari ancora più determinati a cercare la goleada.

I prossimi impegni saranno 12 e 15 ottobre, entrambi in casa, contro Romania e Malta. Come già detto, la sfida contro i maltesi sarà probabilmente l’unica sfida utile per muovere la classifica e cancellare quel bruttissimo zero.